Archeologia e Storia dell’Arte 2017/18

Il Corso è stato accreditato dal Miur con decreto del 15 giugno 2017. A seguito della istituzione, gli Atenei convenzionati provvederanno alla costituzione degli organi preposti alla gestione del Corso. L'Università della Basilicata, sede amministrativa del Corso, ha nominato come coordinatore provvisorio il prof. Aldo Corcella.

Le caratteristiche strutturali del Corso di Laurea Magistrale in Archeologia e Storia dell’Arte sono:

  • il Corso associa due classi di Laurea Magistrale, quella in Archeologia (LM 2) e quella in Storia dell’Arte (LM 89); ciascuno studente sceglie all’inizio del percorso quale tra i due titoli acquisire;
  • il Corso è gestito in maniera consortile dall’Università della Basilicata – DiCEM e dall’École pratique des hautes études di Parigi: per questo motivo gli studenti acquisiscono circa 30 CFU in Francia. L’Internazionalizzazione con EPHE è sostenta dall’accordo ERASMUS siglato tra Unibas ed EPHE;
  • il Corso costituisce requisito per l’accesso alla Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici.

Il percorso di studi vede la stretta connessione tra Archeologia e Storia dell’arte e trova motivazione nell’illustre tradizione accademica italiana in particolare, ma non solo, che ha visto correlate le due discipline anche nelle tradizionali Scuole di perfezionamento e quindi di Specializzazione in Archeologia e Storia dell’arte.

Proprio l’obbligatorietà di un titolo utile ad accedere alle rispettive Scuole di Specializzazione, necessarie per l’accesso ai concorsi ministeriali, spiega - in primo luogo - l’attivazione di un CdS interclasse in Archeologia e Storia dell’Arte.

La stretta connessione esistente tra le due classi LM2 e LM89 trova oggi fondamento in un concetto di patrimonio culturale dispiegato su di un arco temporale ampio che si estende dal mondo antico a quello moderno e che necessita di essere indagato con metodologie e approcci di ricerca che travalicano i confini tradizionali dei singoli settori disciplinari.

La proposta di offerta formativa è indirizzata fortemente a un percorso multidisciplinare che utilizza e ottimizza le competenze umanistiche e scientifiche presenti nei vari settori di Unibas, e in particolare nel Dipartimento di afferenza (DICEM) e nel Dipartimento con cui il CdS condivide la dimensione interstruttura (DISU).

Le attività di stage e di scavo archeologico sono indirizzate ad avviare gli studenti alla conoscenza diretta del patrimonio archeologico e storico-artistico locale, attraverso uno stretto rapporto con gli Enti locali e gli Enti di Tutela.

Inoltre, le attività di stage previste offrono agli studenti anche la possibilità di compiere esperienze di collaborazione con Enti nazionali e internazionali - Poli museali, Soprintendenze e Fondazioni.